lunedì 7 aprile 2014

Bronson, Un Capolavoro spaccaculo

Bronson ultimo film visto di Nicolas Winding Refn proprio ieri sera, come potete immaginare mi è piaciuto moltissimo, e dal titolo del post dell'articolo vi avviso subito che è un capolavoro spaccaculo, Tom Hardy è un attore bestiale, è impressionante il suo talento, e ci credo che è perfetto per il ruolo di Bane nell'ultimo capitolo dell'uomo pipistrello, tra l'altro Christopher Nolan lo ha scelto dopo aver visto questo film, vi avviso subito che quest'attore è ormai diventato uno dei miei preferiti, e Refn si è aggiunto un posto tra i miei registi preferiti, perchè? Perchè questo film è stata una scoperta, una folgorazione, già l'ho ammirato per Drive e Solo Dio Perdona, ma con Bronson ha spalancato quella porta che lo porta tra i best directors del mio cuore, anzi l'ha sfondata.
Tom Hardy è perfetto per il ruolo di Michael Peterson soprannominato Bronson, il criminale più pazzo d'inghilterra, il più violento, il più delirante, si è fatto 30 anni in cella di isolamento, e nonostante gli anni di galera la sua violenza non accenna a diminuire, anzi la galera per lui non è altro che un albergo, la violenza ce l'ha nel sangue e niente e nessuno potrà cambiarlo.
Quindi la galera nonostante tutto per lui è inutile, e gli scontri coi secondini sono massacranti, li morde alle orecchie gli spacca il culo li massacra  a suon di pugni, ma non ci possono fare niente, lui è così, e da nessuna delle parti si accenna a cambiare, arrivano persino a portarlo dentro un istituto psichiatrico, e durante una scena allucinante con in sottofondo it's a sin dei pet shop boys dove i matti ballano si scatena la rabbia repressa di Bronson arrivando pure a tramortire un malato per poter uscire da lì dentro.
Una volta fuori cerca di farsi una vita normale, ma la normalità non fa parte del suo DNA, infatti per il furto di un anello torna in gabbia a dargli uno spiraglio di luce è il suo talento per l'arte ma anche qui la usa "alla sua maniera"
Il film inoltre è pieno di humor nero con Bronson che racconta la sua storia in un teatro di manichini, prima con il suo volto vero, poi truccato da pagliaccio poi di nuovo normale e via dicendo.
Un filmone, uno di quei film che quando li guardi capisci di essere davanti a un opera che ti conquista dall'inizio alla fine, e posso dirlo, è il film fenomeno del momento dalle mie parti.
Sentirete ancora parlare di questi due grandissimi artisti ovvero Tom Hardy e Nicolas Winding Refn.


Nessun commento:

Posta un commento

Ciao, Benvenuto nell'antro della fabrica dei sogni, per noi ricevere un commento è sempre piacevole, ma fai in modo che sia consono con l'argomento del post per il resto buon divertimento XD

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...