Nuovo cinema francese

Come dice un vecchio detto, Vive la France, è una coincidenza che il cinema francese quest'anno stia sfornando dei piccoli gioiellini? Da The Artist che vince il premio oscar addirittura come miglior film, a 17 ragazze, uscito di recente, le uscite sono numerose e non si fermano solo a questi titoli, in uscita ci saranno altri titoli, e sembra che il fenomeno sia inarrestabile, un ondata di nuovi autori e nuovi film, volti nuovi, che fa discutere, scuote, fa pensare, Jean Dujardin, fresco di premio oscar è appena uscito con un film datato questa volta 2010, piccole bugie tra amici, e l'ondata sembra non arrestarsi.
La Fabrica dei sogni che presenta le sue tendenze personali, non può sottovalutare le tendenze contemporanee nate sotto il profilo del grande cinema che si ripresenta e che vuole essere protagonista, e la fabrica è sempre presente quando deve visionare e presentare questi piccoli gioiellini, una nuova stagione è al traguardo? Chissà, intanto vediamo dove questa tendenza ci porta...ci sarà una nuova rivoluzione in atto?

17 ragazze ad esempio trae spunto da un fatto realmente accaduto, e presenta un gruppo di ragazze per sostenersi a vicenda decidono di restare incinte tutte insieme, cercando di raggiungere un sogno, come peter pan che vuole raggiungere l'isola che non c'è...sono molto giovani e un po' incoscenti, ma nessuno può impedire loro di sognare...


Piccole bugie tra amici invece è la solita commedia, di un gruppo di amici dopo l'incidente di uno di loro che devono fare i conti con la loro vita, e confrontandosi con una serie di segreti e bugie che li metterà a nudo, una commedia travolgente e incalzante con attori bravissimi

Ma la rivoluzione è The Artist, film muto uscito nel 2011 quasi una rivoluzione in tempi in cui si  parla molto e non si conclude niente, un piccolo capolavoro, capace di far riflettere sulla magia del cinema e di far sognare, cosa si può chiedere di più?

Pensate sia finita? Assolutamente no, film da non perdere inoltre è Quasi amici che racconta di un tetraplegico che ritrova la voglia di vivere grazie al suo badante di colore...La Francia si sta facendo sentire e mi sa sentiremo anche qualcuno che si ispirerà a questa nuova onda...



Commenti

  1. E' da parecchio che il Cinema francese ci batte, creando ogni anno almeno due\tre casi cinematografici a livello mondiale. Credo che dipenda dal fatto che loro sono riusciti a rimanere fedeli al proprio modo di raccontare il mondo, certo alle volte si prendono troppo sul serio, ma finchè i risultati saranno questi:
    Chapeau !

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, Benvenuto nell'antro della fabrica dei sogni, per noi ricevere un commento è sempre piacevole, ma fai in modo che sia consono con l'argomento del post per il resto buon divertimento XD

Post popolari in questo blog

La Classifica di Gennaio

La prossima settimana su la fabbrica dei sogni, Netflix week

ArwenPedia - Il Mio Gennaio