venerdì 10 febbraio 2012

Critica e Cinefilia, qual'è la differenza?

Nell'arco di quest'anno, mi è capitato ben due volte di imbattermi in personaggi che hanno studiato cinema, e che hanno il cosidetto "titolo di studio" da critici cinematografici, o per meglio dire di gente che ne dovrebbe sapere qualcosa, si suol dire che suddette persone, sventolano il loro titolo per dimostrare di essere critici e che noi bloggers cinefili siamo dilettanti allo sbaraglio - un po' come la gente che si esibiva alla corrida diciamo - e che non capiamo nulla di montaggio intellettuale, mies en scien etc etc etc...c'è chi ha insinuato - addirittura, ma qui si cade nel ridicolo - che la critica è un analisi matematica, ebbene, queste concitate persone sventolando il loro titolo di studio non dicono mai e dico MAI scritto così in maiuscolo è per fare effetto, a me piace suddetto regista, ne so qualcosa, ho fatto la rassegna dedicata a tizio, a caio, a sempronio e bla bla bla...sventolano solo il loro titolo di studio forse per dimostrare che avendo questo titolo di studio loro ne sanno più dei semplici blogger, e che i blogger non sono altro che persone come quelle che escono dai cinema, forse queste suddette persone dicono io sono critico perchè ho il titolo di studio, ne so più di te che sei un blogger, quindi fai parte del pubblico, che esce dal cinema, ma chi lo dice? Oddio una recensione a un film non è una critica? E una critica non è un parere? Forse queste persone non capiscono che ognuno di noi, che sia studente di cinema o semplice appassionato, alla visione di un opera ha una percezione diversa, una persona può apprezzare o meno un opera cinematografica, la può detestare e la può anche non capire, e queste cose non è che il titolo di studio riesce a fartele capire, sappiamo benissimo che la scuola fa studiare solo un quarto di quello che una cultura cinematografica fatta con le proprie mani può insegnare, di certo la scuola non può insegnarti ad amare il cinema, ma è anche certo che se tu ami il cinema e vuoi studiare sei libero di farlo, ma non per questo davanti a un opera cinematografica hai la stessa reazione di un altra persona, tanto per fare un esempio, un bambino di cinque anni può amare biancaneve e i sette nani, ma uno studente può anche non capire la metafora e lo può screditare, dire che è una stupidata di film, facciamo un altro esempio? Bene, un cinefilo che apprezza Lynch, può dire che Mulholland Drive è uno dei film migliori degli anni due mila, mentre uno studente può dire che è una cagata pazzesca e che ci prende in giro Lynch, e può succedere anche il contrario, sono tutte reazioni, comprensibilissime, che si hanno davanti a un opera cinematografica, di valore o meno, la cinefilia è una passione, che nessuna scuola può insegnare, ma come in tutte le cose qui in italia, se non hai un titolo di studio sei screditato, anche se hai una cultura cinematografica maggiore dello studente, sei un critico di serie b, un dilettante allo sbaraglio, di certo un critico un VERO critico ha il titolo di studio, mentre chi è capace di recensire film anche se non ha studiato e lo fa per pura passione, viene preso per dilettante, ma per favore noi bloggers non possiamo essere critici, perchè non abbiamo studiato, non sappiamo cos'è la regia, la recitazione, la mies in scien, non sappiamo un tubo, mentre gli studenti hanno studiato questo e altro, orsu dunque, e qui scatta la mia provocazione, se esiste uno studente di cinema che la pensa come ho sottolineato io, allora che si faccia avanti e che dimostri che quello che molti dicono è la verità, lo interrogo su tutto, innanzitutto gli chiedo se ha fatto rassegne cinematografiche su registi, gli chiedo che registi conosce, quali sono i suoi preferiti e perchè, poi gli chiedo il suo livello di conoscenza di un autore e poi voglio leggere le loro recensioni, vediamo chi ha il coraggio di farmele leggere e dimostrare che uno studente ne sa più di un cinefilo blogger che amatorialmente recensisce film, voglio vedere dove arriva il suo livello di cultura. XD

2 commenti:

  1. Bel Post:) sono perfettamente d'accordo con te, il cinema è un'arte soggettiva e come tale per ciascun spettatore (blogger o critico con titolo di studio) un film può risultare un capolavoro o meno, a seconda dei gusti.
    Io nella mia carriera universitaria ho fatto due esami di cinema, ed un corso di sceneggiatura; ma nel momento in cui sei di fronte lo schermo, credo che le nozioni teoriche passino un'attimo in secondo piano, rispetto la storia, i protagonisti, etc.
    Poi credo che ci siano blogger molto più bravi e soprattutto liberi da vincoli con attori e registi, a raccontare il cinema:)

    RispondiElimina
  2. la stessa cosa la penso anche io, ma sai molti cosiddetti critici cinematografici sono presuntuosi, e presentano sempre e solo il titolo di studio, come se quello stesso titolo gli dia il diritto + di un blogger di essere critico cinematografico, ma la differenza sta solo ed esclusivamente nel titolo di studio, e basta :)

    RispondiElimina

Ciao, Benvenuto nell'antro della fabrica dei sogni, per noi ricevere un commento è sempre piacevole, ma fai in modo che sia consono con l'argomento del post per il resto buon divertimento XD

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...