martedì 28 febbraio 2012

Oscar 2012

Come dico sempre io, ormai gli oscar sono un glamour, fatto di paillettes, bei vestiti, film e attori e attrici a celebrare colei che gli americani chiamano la Big Night, dopo aver scritto un articolo polemica su Meryl Streep e la sua diciassettesima nomination all'oscar - ma io dico la maledizione dell'oscar colpisce soprattutto le altre attrici e lei no? XDD - tutto mi aspettavo tranne la vittoria per una interpretazione tra le più banali dell'anno, ma che ce volete fà, this is the oscar, and the winner is...volete sapere chi sono i vincitori? Beh mi secca elencarveli ma ve li linko così vi fate un idea precisa Vincitori Oscar cliccateci, sono contentissima per la vittoria a The Artist, un piccolo gioiellino e per l'interpretazione di Dujardin, e sono incazzata nera per la Streep, ma che se compra la nomination ogni anno? Si dovrebbero rivedere i membri dell'academy hehehe, apparte gli scherzi, è stata una vittoria scandalosa la sua, io glielo avrei dato a Glenn Close oppure a Rooney Mara che in Millennium ha persino battuto in bravura Noomy Rapace, anche se sinceramente ritengo che il capolavoro di Malick avrebbe meritato più attenzione, a Hugo Cabret solo premi tecnici, anche se all'inizio credevo che sarebbe stato protagonista assoluto, ma va bene così, this is the cinema, the show must go on, prossimamente ci sarà proprio un articolo su The Artist qui all'antro, ma come si dice è una notte glamour che celebra non il grande cinema, ma il cinema in generale, e pensare che dovrebbe essere il maggior riconoscimento per chi lavora nel cinema....ma è così l'oscar riflette l'america più che il grande cinema...
Appuntamento all'anno prossimo.

sabato 25 febbraio 2012

Le uscite della settimana #18

Ed eccocci al consueto anche se in ritardo di un giorno pazienza, appuntamento con le uscite cinematografiche della settimana, questa settimana abbiamo titoli appetitosi, primo tra tutti Hysteria, ambientato nella londra vittoriana, che narra la storia dell'inventore del vibratore, poi abbiamo il ritorno di Soderberg, oh mamma, questo è il secondo film che esce dopo Contagion, ecco che arriva nelle sale con protagonisti Michael Fassbender, Ewan McGregor e Antonio Banderas, e Michael Douglas la pellicola si chiama Knockout - resa dei conti una storia di spie che lavorano sotto copertura perchè le loro azioni non possono essere fatte dai governi, è la storia di Mallory che si trova coinvolta in una trappola ordita da Kenneth, e deve sbrogliare la matassa se vuole smascherare chi l'ha messa nei guai, poi esce pure Quasi amici che narra di un paraplegico che si prende un badante il cui rapporto è difficile e complicato, ma ben presto sfocerà in una amicizia, continuando con le uscite settimanali esce anche Un giorno questo dolore ti sarà utile di Roberto Faenza che racconta di un ragazzino di 18 anni che lavora con la madre in una galleria d'arte in cui non entra nessuno, quando  prende la decisione di trasferirsi cambia idea non appena gli agenti immobiliari gli rivelano degli inconvenienti della vita di provincia, finchè non entra in una chat per cuori solitari...
Un altro film questa volta d'avventura con Dwayne Johnson e Vanessa Hudgens Viaggio nell'isola misteriosa che racconta di un 18enne che riceve un messaggio che proviene da un isola che non dovrebbe esistere, e si mette in viaggio per poterla raggiungere, è un isola misteriosa e sconosciuta, in cui poche persone l'hanno raggiunta ed è piena di vulcani, montagne d'oro e forme di vita strane e un segreto sconcertante.
Penultimo film in uscita è Qualcosa di straordinario che racconta di 3 balene grigie che rimangono intrappolate sotto il ghiaccio del circono polare artico, e dell'unione di russi e americani nel cercare di liberarle, ultimo film in uscita è La Scomparsa di Patò in cui si racconta della scomparsa del banchiere della trinacria Antonio Patò e quando tutto viene ricostruito, la verità brucia nelle mani degli invesigatori.
Appuntamento alla prossima settimana, se volete saperne di più Cliccate qui

Lucio Fulci

Come ho scritto un articolo sul grande George Andrew Romero, ora scrivo un articolo su Lucio Fulci, il cinema di genere italiano, continua a farla da padrone, quest'anno, che sia una tendenza voluta? Proprio ieri sera, rovistavo nella mia stanza, dove ho una vera e propria enciclopedia di riviste di cinema - leggo ciak di cui sono anche abbonata da diversi anni - cercando il libro che parlava di Tarantino, grande ammiratore di Fulci, come di Argento, Bava, Enzo G Castellari, di cui ho in lista quel maledetto treno blindato, prossimamente sarà in visione, ieri ho visto sette note in nero, un grandissimo film, che mi ha tenuta incollata allo schermo dall'inizio alla fine, e ho capito che dovevo tenerlo in considerazione di più a Fulci, chissà magari in futuro lo metto nella lista dei miei autori horror preferiti, intanto prossimamente vedrò anche Paura nella città dei morti viventi e Quella villa accanto al cimitero e completerò la trilogia della morte diretta da questo grande autore, che grazie all'amico Robydick ho scoperto e che film dopo film si sta costruendo il suo preciso spazio, quelli che dicono che gli italiani non sanno fare cinema dovrebbero guardare nelle pellicole dimenticate, quelle sottovalutate, soprattutto da quei critici con la puzza sotto il naso, che da quando sono cinefila, ho sempre snobbato il loro parere, perchè certe volte lo ritenevo superficiale, e ho sempre seguito il mio fiuto che non sbaglia mai, e l'ho fatto anche con Lucio Fulci, risultato, è un autore che stimo e che apprezzo molto, diversissimo anni luce da Dario Argento, che ha fatto il suo percorso cinematografico dirigendo opere che con il tempo sono state rivalutate, grazie a cinefili e bloggers sparsi per il grande oceano chiamato internet, potevo saltare io che da buona cinefila sono sempre a caccia di autori da scoprire? Assolutamente no. Messa da parte FINALMENTE la paura per il gore e lo splatter, non ho più limiti e costrizioni, posso esplorare e approfondire, che è una cosa che adoro fare sin da quando ho posato gli occhi su un certo regista americano che ha fatto una serie tv ambientata in una piccola cittadina, in cui la reginetta di bellezza moriva e si doveva scoprire il colpevole...eh si ma questa è un altra storia...una storia che bene o male chi mi conosce bene sa ormai a memoria.
Bene il cinema di genere italiano è di moda in questi giorni sul mio lettore, e di certo non ho intenzione di fermarmi o di rinunciarci, anche perchè preferisco un horror che mi impaurisce che i nuovi che fanno solo ridere apparte quelli di Romero e Carpenter...
I registi della vecchia guardia sapevano impaurire...oggi i giapponesi che hanno imparato da noi sono più innovativi e riescono laddove noi ormai abbiamo fallito.
Con Fulci andrò avanti ovvio...perchè è un regista interessante e merita che i suoi film siano presenti nella mia collezione.



mercoledì 22 febbraio 2012

Guillermo del toro, tra amore e Zombie

Nuova pellicola per il geniale regista del bellissimo Il labirinto del fauno questa volta è una pellicola di animazione girata in CG, che produrrà il film che sarà diretto da Jorge R Gutierrez e sarà una love story ambientata in un messico invaso dagli Zombie, la pellicola che approderà nei cinema a fine 2014, segnerà il ritorno in terra messicana il cui titolo è Day of The Dead e sarà prodotta da Aaron Berger e Carina Shultz della REEL FX e la colonna sonora sarà composta da canzoni famose e brani nuovi di zecca.
Dal canto suo Del toro è felice di lavorare con Gutierrez, e ritiene che la pellicola possa far uscire il suo talento, dato che l'oggetto del racconto non è la vita soltanto, ma l'invito a viverla pienamente.

Banderas sarà Picasso in 33 dias

Dopo aver interpretato La Pelle che abito diretto da Almodòvar, Banderas tornerà a lavorare anche con Carlos Saura, in 33 Dias dove interpreterà Pablo Picasso, e il tempo trascorso per creare il suo capolavoro Guernica ispirato a fatti che portarono alla distruzione della città basca di Guernica, che Picasso pitturò quando si trovava in uno stato di crisi personale, il quadro contribuì a fargli passare la crisi.
La pellicola inizierà ad essere girata la prossima estate, le location sono Parigi e Guernica, e il film verrà girato sia in francese che in spagnolo, con un budget di 6 milioni di euro.

Kyle Chandler nel nuovo film su Bin Laden diretto da Kathryn Bigelow

Mentre alla fabrica dei sogni, c'è la rassegna a lei dedicata, sul web c'è la notizia dell'imminente preparazione della sua nuova pellicola, ispirata alla cattura e all'uccisione del terrorista Bin Laden, si parla già del cast che vede Kyle Chandler, già visto nel bellissimo super 8 e Jessica Chastian, protagonista di The Tree of life, si tratta di una pellicola Action Thriller incentrata sulla squadra di team black ops Seal che porterà alla cattura del terrorista, la pellicola è scritta da Kathryn Bigelow, e dal suo compagno Mark Boal, con cui aveva lavorato per il film The Hurt Locker.

Per quanto riguarda Kyle Chandler, presto lo vedremo nel film acion Thriller, Broken City e nell'ultimo film di Ben Affleck il crime movie Argo.

Pedro Almodòvar revisione rassegna

Ed eccocci al gran finale, quella di Almodòvar era una rassegna a cui tenevo moltissimo, e che agognavo di fare da quando è uscito il suo ultimo film La pelle che abito, che dire, è ormai cosa nota a tutti che sono diventata una fan del grande maestro spagnolo, come ormai affettuosamente lo chiamo, ho visionato la sua filmografia intera, non manca nulla, che dire, è stata un esperienza interessante che mi ha coinvolto parecchio, anche grazie al supporto dei lettori della fabrica che si sono dimostrati interessati, personalmente sono contenta che l'ho fatta e soprattutto le sorprese che ho avuto sono state grandi, ora sono una grande fan di Pedro, il suo talento è innegabile, e qualsiasi cinefilo prima o poi dovrà visionare i suoi film, per carità magari il suo stile un po' eccessivo può anche non piacere, figuratevi, il primo film che ho visto è stato Lègami tanto tempo fa, ma con Tutto su mia madre ha stuzzicato la mia curiosità, oddio da allora mi sono interessata a raccogliere i suoi film e quest'anno li ho visti tutti, risultato ormai lo considero un maestro del cinema, i suoi ultimi film sorpattutto Tutto su mia madre, parla con lei e la mala educacion sono imperdibili, io aggiungo anche Volver, che segna il ritorno della sua musa con cui ha iniziato la carriera Carmen Maura, grandissima interprete di numerose sue pellicole, soprattutto all'inizio, il film che più mi ha inquietato è stato Matador, passione e sangue mischiati insieme solo a Pedro poteva venire fuori questa idea, concludendo il discorso, una grande rassegna per un grande maestro, che mi ha resa mooolto felice, ma i giochi sono cambiati ora, come avete ben letto ci sono due rassegne, per due giorni alla settimana, quindi non perdete gli appuntamenti il mercoledì dedicato a Kathryn Bigelow, e il venerdì a David Fincher, dove?Potete leggere le recensioni qui naturalmente.

lunedì 20 febbraio 2012

George Andrew Romero, una nuova scoperta

Vedete questo simpatico signore con gli occhiali? Questo è George Andrew Romero, il regista del momento, ho appena iniziato a guardare i suoi film che sono già in lista in attesa di vederli recensiti, ne ho visti tre, uno è la città verrà distrutta all'alba, già recensito, il secondo il classico, la notte dei morti viventi, vero cult horror, uno dei film più famosi di tutti i tempi, e il terzo grazie all'amica Lucia che sta curando una rassegna nel blog di Robydick, che mi ha fatto venire la curiosità, è Zombie, Dawn of the dead, ragazzi ci siamo, sono al punto focale della mia grande passione per il cinema di genere e per il cinema in generale, se con Cronenberg è stato l'inizio per andare avanti verso una tipologia di horror, più fisica, non a caso Cronenberg è il cantore del body horror, poi ha virato verso un cinema più filosofico, sofisticato, ma sono tutte sperimentazioni, di un autore che è anche capace di rinnovarsi come anche di cadere in film come l'ultimo, che è un piccolo capitombolo, Cronenberg presto ritornerà con un altro capolavoro, ne sono più che sicura, con Romero stiamo assistendo alla maturazione, una maturazione che è più definita, più logica.
Ma parliamo di George, si lui, George Andrew Romero, un regista interessante, un narratore, come lo definisce Lucia, la cosa bella è che adesso mi sembra di aver scoperto qualcosa di nuovo e di sensazionale, mi sono diciamo lasciata andare, e grazie alla mia infinita curiosità e al mio intuito sono riuscita a superare una mia paura, per il cinema gore e splatter in genere, anche se vedere certe scene mi turba, capisco che sono solo trucchi, e che sono un tuttuno con la storia, quindi una volta finita la scena, scatta in me la curiosità di continuare con la storia, ma George, è molto ma molto più di questo, gli zombie descritti nella prima trilogia, che sto visionando in questi giorni, sono un modo per denunciare il consumismo, la fine della civiltà degli esseri umani, e della libertà, un atto d'accusa verso il capitalismo? Infondo questi morti viventi somigliano tanto alle masse di gente che ha rinunciato a vivere in nome del benessere, ed è qui che nasce l'orrore secondo Romero, un orrore insito dentro ognuno di noi, e che non si salva nessuno dall'apocalisse, i vivi, sono coloro che non si lasciano incantare dalla massa, i ribelli, e sono loro che combattono i morti viventi per salvarsi la pelle, uno sguardo apocalittico sul mondo, così come la società ci viene imposta, con i suo riti, i suoi eccessi, tutto, e Romero non risparmia proprio nessuno, non a caso Dawn of the Dead comincia in uno studio televisivo, che nel film rappresenta anche il crollo dell'informazione ai cittadini, la trilogia sui morti viventi, ancora oggi, risulta di un innovazione unica e credetemi, anche se ho iniziato da poco con lui, piano piano questo simpatico signore, si sta costruendo un posto ben solido nel mio cuore, sono sicura di una cosa, un posto accanto al mio mito John Carpenter, soprattutto dopo la visione del capolavoro Dawn of the dead non glielo toglie nessuno, proprio nessuno!!!

Il ritorno di Truffaut

Dopo 3 anni, ritorna alla fabrica dei sogni, un gradito regista, François Truffaut, è anche grazie a lui che è nato la fabrica dei sogni, e che oggi io sono qui a raccontarvi il cinema, secondo la mia lucida visione, i suoi film li ho visionati tutti tempo fa, ma siccome li voglio recensire, una rispolverata ai suoi capolavori la sto dando, sono già presenti alla fabrica le recensioni dei bellissimi Adele H, con cui il 6 febbraio - sarà stato uno scherzo del destino? - giorno del compleanno di Truffaut, ha ricominciato ad essere presente tra le pagine del mio blog, e anche del disperato La signora della porta accanto, perchè questi titoli? Perchè raccontano l'amore in maniera spietata, distruttiva, Truffaut aveva una visione dell'amore proprio tragica, che portava alla follia, pensate a Jules e Jim, o anche ai titoli citati prima, poi ci sono le due inglesi...beh una rassegna ci vorrebbe, ma per ora accontentiamoci della presenza in sordina, poi chissà appena finisco un autore ne comincio un altro, intanto prepariamo il terreno con la visione ogni tanto dei capolavori in maniera off, ovvero fuori rassegna, poi chissà appena finisco con quelli che voglio visionare prendo la decisione omnia, di fare una rassegna monografica dedicata a uno dei padri del cinema moderno, vedremo vedremo, intanto non vi preoccupate, anche se senza una rassegna ufficiale, c'è la rassegna off, quindi bene o male è sempre presente, quindi non perdete le recensioni ai suoi film se amate truffaut eh? Mi raccomando.
Ah non perdetevi assolutamente il mio parere sul capolavoro visionato oggi, di che sto parlando? Ma de la sposa in nero, con una bravissima Jean Moreau, ovviamente lo troverete prossimamente alla fabrica eh?

domenica 19 febbraio 2012

Ancora una candidatura per Meryl...ma ora basta però!!!!

Nella carriera di ogni attore, ci sono alti e bassi, ognuno ha il suo talento ed è innegabile che Meryl Streep sia una delle più grandi attrici del mondo, ma non vi sembra esagerato darle una candidatora all'oscar OGNI ANNO???
Oddio, non è che le sue interpretazioni abbiano meritato ogni volta la candidatura, ci sono interpretazioni che forse era meglio che restassero fuori dalla cinquina delle candidate, come quella di Margareth Tatcher, oddio una onesta interpretazione, ma mi sembra troppo dare una nomination per una normalissima interpretazione, non era meglio dare spazio a un altra attrice così si faceva strada nell'olimpo del grande cinema? Non è giunto forse il momento di cercare in quel grande calderone e dare non una vittoria, ma una speranza? Un sussulto? Carey Mulligan non è forse migliore in Shame? Ecco io avrei optato per Carey piuttoso che una banalissima candidatura per un attrice che è ormai una leggenda e che non ha bisogno nè di farsi conoscere (alla sua età ormai) nè di dimostrare il suo talento (che sia grande lo so benissimo, non ho bisogno che Meryl abbia una nomination per capirlo), ma ormai sembra che Meryl punti sempre a scegliere i copioni per l'ennesima candidatura ai premi oscar, come se le fosse dovuto, come se per dimostrare di essere grande deve farlo a una platea di grande pubblico, ma per favore, il suo talento lo conosciamo benissimo, non ha più bisogno della candidatura, invece Carey nominata sarebbe stata una novità, una innovazione, ma per raggiungere certe vette, quelli dell'academy devono svecchiare i loro album e guardare più film mi sa, fino ad allora accontentiamoci dell'ennesima e inutile nomination per Meryl, io però dico diamo spazio ai giovani, gli anziani non hanno più niente da dimostrare, il futuro ormai è un utopia, il futuro è dei giovani non di quelli che già hanno la strada spianata da successi e vittorie personali come Meryl, intanto vedrò la notte degli oscar e tiferò per The Arist che ho trovato straordinario, come anche per Glenn Close nominata per Albert Nobbs, vedete per Glenn il discorso è diverso, perchè non è stata nominata tutte le volte che è stata nominata Meryl, quindi la sua è una nomination di merito e senza dubbio se vincerà per me è una gioia più grande.

venerdì 17 febbraio 2012

Le uscite della settimana #17

Bentornati all'appuntamento settimanale con le uscite cinematografiche, questo weekend escono titoloni, primo fra tutti è Paradiso amaro di Alexander Payne candidato ai prossimi premi oscar con George Clooney, che si mette alla ricerca dell'uomo la cui moglie prima di avere un incidente, aveva una relazione, secondo film in uscita è il ritorno di Spielberg dopo il film d'animazione tin tin - il segreto dell'unicorno, secondo film diretto da lui quest'anno e in uscita proprio questa settimana, si tratta di War Horses che racconta dell'amicizia tra un giovane e il suo cavallo, che lo segue persino in guerra pur di non separarsi da lui, terzo film in uscita è E ora parliamo di Kevin di Lynne Ramsay con Tilda Swinton e John C Reilly, la trama racconta di una coppia la cui moglie Eva, era una viaggiatrice e un avventuriera, ma per metter su famiglia con franklyn ha rinunciato a tutto, sarà il primogenito Kevin sedici anni dopo un bambino che è sempre stato difficile a distruggere tutto quello che hanno costruito, quarto film in uscita è Jack e Jill di Dennis Dugan con Adam Sandler, in cui Jack deve vedersela con Jill sua gemella perchè non vuole tornare a casa dopo la festa del ringraziamento, quinto film in usita è In Time di Andrew Niccol con Justin Timberlake e Amanda Seyfried, film di fantascienza che racconta che in un futuro prossimo le persone non hanno età e possono vivere fino a 25 anni, per vivere di più devi pagare un prezzo, ma un ribelle rapisce una ragazza dopo che è stato accusato di aver ucciso un uomo per rubargli il tempo, scoprirà che l'amore è la forza più potente del mondo, ultimo film in uscita è ATM trappola mortale di David Brooks che racconta di tre amici che di notte fanno visita a un bancomat, ma devono cercare di sopravvivere a un pericoloso assassino.
Bene, per questa settimana è tutto, appuntamento a venerdì prossimo con le uscite della settimana

giovedì 16 febbraio 2012

Michael Fassbender protagonista in Counselor

Michael Fassbender è proprio l'attore del momento, finiti gli ardori di shame il nostro attore più hot del momento si prepara a interpretare Counselor, la nuova pellicola in preparazione di Ridley Scott.
Molte voci hanno confermato l'intenzione del regista inglese di far seguire l'atteso Prometheus questo film, scritto da Cormack McCarthy, rinviando al 2014 il seguito di Blade Runner, e così giunge voce che uno degli attori più richiesti del momento, che già era nel cast di Prometheus, potrebbe fare il bis con Counselor, nel ruolo del protagonista, a detta dei molti è una delle produzioni più veloci degli ultimi tempi, si dice che il primo ciak, sarà battuto il 1° Maggio, e che Fassbender ha molto apprezzato lo script del film, anche se non ci sono accordi scritti, ma sembra che Fassbender sia in vetta alle preferenze di Scott.

The counselor racconta di un avvocato che inizia lo spaccio di droga ma ben presto dovrà fronteggiare le conseguenze della sua scelta, e si vedrà costretto a fare delle scelte per sopravvivere a quel mondo, è una pellicola che ricorda molto il capolavoro dei fratelli Coen Non è un paese per vecchi e vedrà alla produzione Nick Wechler, Steve e Paula Mae Schwartz.

Julia Roberts e Meryl Streep insieme in August: Osage Caunty

Julia Roberts e Meryl Streep per la prima volta insieme a interpretare un film drammatico August: Osage County, tratto dalla piece di grande successo vincitrice sia del premio pulitzer che del tony award e scritta da Tracy Letts, la pellicola che sarà diretta da John Wells, in cui Meryl Streep vestirà i panni della matriarca, Violet Weston madre tossicodipendente, di una famiglia che entra in conflitto dopo la morte del patriarca, Julia Roberts, invece interpreterà il ruolo della figlia maggiore Barbara, il cui marito la tradisce con una studentessa, per questo motivo lei soffre molto a causa del disinteresse del marito nei suoi confronti.
Julia Roberts ha espresso entusiasmo nel lavorare con Meryl perchè l'ha apprezzata molto  dopo aver visto The Iron Lady pellicola in cui Meryl interpreta Margareth Tatcher, per quanto riguarda il regista ha detto che la scelta di Meryl nel ruolo di Violet è un ruolo che si adatta a lei e con Julia Roberts accanto la pellicola sarà eccitante e commovente, attendiamo l'uscita del film per confermare le parole del regista.

mercoledì 15 febbraio 2012

17 ragazze

Un film che racconta della solidarietà di un gruppo di 17 ragazze quando una di loro rimane incinta, per quelle ragazze diventa un esempio e un modello, e così decidono a loro volta di restare incinte e crescere i bambini aiutandosi a vicenda, in modo molto diverso di come sono cresciute loro esce il 23 Marzo

young adult






Mavis Gray di mestiere fa la ghostwriter, di una serie di libri per adolescenti, che ormai sta per terminare, è una persona che è incapace di avere un rapporto adulto, e maturo, e legata allo status di reginetta locale ma afflitta da problemi adulti come l'alcoolismo, quando comprende che il suo ex si è sposato torna nella città di provincia, fa ritorno per cercare di conquistarlo, ma è chiusa in un mondo da eterna adolescente, incapace di guardare oltre la vita che le scorre attorno vivendo sempre da eterna adolescente Esce il 9 Marzo

domenica 12 febbraio 2012

Ciao Whitney

                                                              Whitney Houston
                                                                  (1963-2012)

Cantante dalla voce straordinaria, Whitney Houston è stata trovata morta alle 15.45 ora locale da noi era mezzanotte nell'albergo dove risiedeva per partecipare ai grammy awards, da tempo la cantante era dipendente da alcool e droghe, e questa volta non c'è l'ha fatta a ritornare e a salvarsi, la ricordiamo anche per la partecipazione al blockbuster Guardia del corpo e nel film al femminile Whaiting to exhale. Nella musica era una leggenda, vendendo addirittura 190 milioni di dischi in tutto il mondo...

CIAO WHITNEY...

Grandi novità in arrivo alla fabrica dei sogni



Da questo mese, per le rassegne non si sceglierà più un autore al mese, ma saranno libere, ci saranno due autori, che saranno protagonisti due volte la settimana il mercoledì da questo mese ci sarà Kathryn Bigelow e sarà il giorno dedicato alla sua rassegna, mentre il venerdì è dedicato ad un altro regista di grande talento, David Fincher, quindi alle rassegne verranno dedicati due giorni alla settimana, finchè non finiscono i film, ovviamente potrete trovare o una o due recensioni in quei giorni ai loro film, quindi meno limiti, più film da vedere, e più rassegne vuol dire avere  più libertà di scelta senza dover avere l'ansia della fine al giorno 12 del mese, non male come idea non è vero? Il resto dei giorni potete trovare tutti gli altri film che vedo, quelli fuori dalle rassegne, quindi ci saranno 5 giorni liberi per visionare altri film, niente male come idea non è vero? E a proposito le rassegne dureranno anche d'estate in questo modo, quindi un occasione in più per leggere le mie recensioni dove? Naturalmente alla fabrica dei sogni ecco il link http://lafabricadeisogni.blogspot.com


venerdì 10 febbraio 2012

Albert Nobbs il make up

Le uscite della settimana #16

Ed ecco le uscite della settimana al cinema, ecco i titoli in uscita questo weekend, iniziamo da Albert Nobbs di Rodrigo Garcia, protagonista Glenn Close nel ruolo di un maggiordomo di fine ottocento, in realtà è una donna sola, in cui si accorge come la vita può essere dura in quell'epoca, così si finge uomo, finchè non si accorge che quel corpo è in realtà una trappola che si è costruita con le sue mani. Il secondo film in uscita è 40 carati di Asger Leth dove un ex poliziotto ora galeotto evaso di prigione sale sul cornicione di un albergo, attirando i media, ma le sue intensioni sono tutt'altro che suicide, il terzo film in uscita è Tre uomini e una pecora di Stephan Elliot che racconta di un gruppo di amici le cui nozze di uno di loro rischiano di essere rovinate la causa? I suoi amici danno un significato nuovo al termine nella buona e nella cattiva sorte, mettendo a dura prova il suo rapporto con la futura consorte, il quarto film in uscita è la versione 3D di Star Wars episodio 1 la minaccia fantasma di George Lucas, primo episodio della saga fantascentifica di guerre stellari in versione 3D, il quinto film in uscita è Come è bello far l'amore di Fausto Brizzi, i protagonisti, Andrea e Giulia, sono una coppia di quarantenni, con un figlio grande, e come tutte le coppie della loro età non fanno sesso, finchè non arriva un vecchio amico di Giulia Max che rivitalizza la loro sessualità sopita facendo il sessuologo, l'ultimo film in uscita è il thriller iberico La verità nascosta di Andrés Baiz, che racconta dei sospetti di una ragazza Bélen, riguardo ad Adriàn, il suo fidanzato, il loro sembra un rapporto perfetto, finchè per alcuni sospetti di Bélen improvvisamente scompare, così lui si consola tra le braccia di una collega di orchestra, e mentre il loro rapporto cresce  escono fuori molti sospetti sulla sparizione di Bélen.
Bene, per questa settimana è tutto, appuntamento alla prossima settimana con le uscite cinematografiche del weekend, intanto buon cinema a tutti.

Critica e Cinefilia, qual'è la differenza?

Nell'arco di quest'anno, mi è capitato ben due volte di imbattermi in personaggi che hanno studiato cinema, e che hanno il cosidetto "titolo di studio" da critici cinematografici, o per meglio dire di gente che ne dovrebbe sapere qualcosa, si suol dire che suddette persone, sventolano il loro titolo per dimostrare di essere critici e che noi bloggers cinefili siamo dilettanti allo sbaraglio - un po' come la gente che si esibiva alla corrida diciamo - e che non capiamo nulla di montaggio intellettuale, mies en scien etc etc etc...c'è chi ha insinuato - addirittura, ma qui si cade nel ridicolo - che la critica è un analisi matematica, ebbene, queste concitate persone sventolando il loro titolo di studio non dicono mai e dico MAI scritto così in maiuscolo è per fare effetto, a me piace suddetto regista, ne so qualcosa, ho fatto la rassegna dedicata a tizio, a caio, a sempronio e bla bla bla...sventolano solo il loro titolo di studio forse per dimostrare che avendo questo titolo di studio loro ne sanno più dei semplici blogger, e che i blogger non sono altro che persone come quelle che escono dai cinema, forse queste suddette persone dicono io sono critico perchè ho il titolo di studio, ne so più di te che sei un blogger, quindi fai parte del pubblico, che esce dal cinema, ma chi lo dice? Oddio una recensione a un film non è una critica? E una critica non è un parere? Forse queste persone non capiscono che ognuno di noi, che sia studente di cinema o semplice appassionato, alla visione di un opera ha una percezione diversa, una persona può apprezzare o meno un opera cinematografica, la può detestare e la può anche non capire, e queste cose non è che il titolo di studio riesce a fartele capire, sappiamo benissimo che la scuola fa studiare solo un quarto di quello che una cultura cinematografica fatta con le proprie mani può insegnare, di certo la scuola non può insegnarti ad amare il cinema, ma è anche certo che se tu ami il cinema e vuoi studiare sei libero di farlo, ma non per questo davanti a un opera cinematografica hai la stessa reazione di un altra persona, tanto per fare un esempio, un bambino di cinque anni può amare biancaneve e i sette nani, ma uno studente può anche non capire la metafora e lo può screditare, dire che è una stupidata di film, facciamo un altro esempio? Bene, un cinefilo che apprezza Lynch, può dire che Mulholland Drive è uno dei film migliori degli anni due mila, mentre uno studente può dire che è una cagata pazzesca e che ci prende in giro Lynch, e può succedere anche il contrario, sono tutte reazioni, comprensibilissime, che si hanno davanti a un opera cinematografica, di valore o meno, la cinefilia è una passione, che nessuna scuola può insegnare, ma come in tutte le cose qui in italia, se non hai un titolo di studio sei screditato, anche se hai una cultura cinematografica maggiore dello studente, sei un critico di serie b, un dilettante allo sbaraglio, di certo un critico un VERO critico ha il titolo di studio, mentre chi è capace di recensire film anche se non ha studiato e lo fa per pura passione, viene preso per dilettante, ma per favore noi bloggers non possiamo essere critici, perchè non abbiamo studiato, non sappiamo cos'è la regia, la recitazione, la mies in scien, non sappiamo un tubo, mentre gli studenti hanno studiato questo e altro, orsu dunque, e qui scatta la mia provocazione, se esiste uno studente di cinema che la pensa come ho sottolineato io, allora che si faccia avanti e che dimostri che quello che molti dicono è la verità, lo interrogo su tutto, innanzitutto gli chiedo se ha fatto rassegne cinematografiche su registi, gli chiedo che registi conosce, quali sono i suoi preferiti e perchè, poi gli chiedo il suo livello di conoscenza di un autore e poi voglio leggere le loro recensioni, vediamo chi ha il coraggio di farmele leggere e dimostrare che uno studente ne sa più di un cinefilo blogger che amatorialmente recensisce film, voglio vedere dove arriva il suo livello di cultura. XD

giovedì 9 febbraio 2012

Philip Seymour Hoffman gira a most wanted man

Che John le carrè sia di moda in questi giorni, lo conferma il fatto che oltre La Talpa uscito recentemente al cinema, sia già in cantiere un altra spy story tratta dai romanzi di questo scrittore, si tratta di a most wanted man, di cui Philip Seymour Hoffman è tra i protagonisti, e interpreta un immigrato musulmano coinvolto in un complotto internazionale.
Melik, un giovane turco di seconda generazione continua a imbattersi in apparenza senza motivo in uno sconosciuto in cappotto nero, dopo l'11 settembre la vita del giovane è peggiorata ma sta facendo di tutto per non  mettersi nei casini, lo sconosciuto, dice di chiamarsi Yssa e che è un profugo ceceno sfuggito a un carcere russo, ed è entrato clandestinamente in germania  per studiare medicina grazie all'aiuto di Tommy Brue, ma quest'ultimo non ha idea di chi lui sia in realtà, sulle sue tracce si mette un agente infiltrato Bachman - che sarà interpretato da Hoffman - che è il capo dell'unità delle spie tedesche che lavorano per sapere la vera identità di Yssa, A Most Wanted Man verrà girato ad amburgo a Settembre.

Hoffman che abbiamo visto in Le idi di Marzo e attualmente è nelle sale con Moneyball, nei prossimi mesi arriveranno nelle sale anche  The Lake Quartet interpretato con Christopher Walken e Catherine Keener e The Master che vedrà offman interpretare un ruolo controverso.

Johnny Depp alla produzione

Mentre al Sundance film festival hanno proiettato il documentario in anteprima West of Memphis che narra di un omicidio commesso da tre ragazzi per fare un rituale satanico,  il documentario è prodotto da Peter Jackson, e ha riacceso il caso dei tre di west of memphis oltre al documentario è un lavorazione il film Devil's knot diretto da Atom Egoyan e interpretato da Colin Firth e Reese Witherspoon, Johnny Depp si dice interessato a portare sullo schermo il libro di memorie di uno dei tre assassini, Damien Echols  in cui sostiene l'innocenza, e che è basato sul suo punto di vista, e racconterà il tutto a partire dall'arresto fino all'annullamento della pena; aspetteremo altre news.

mercoledì 8 febbraio 2012

Machete Kills

E' tempo di sequel, e come non continuare con il franchise di machete? Ebbene si, ad aprile, si batterà il primo ciak di Machete Kills, la sceneggiatura è già pronta, e così Rodriguez può mantenere la promessa fatta ai suoi fans.
In realtà il personaggio che abbiamo visto sporadicamente prima del film, nel fake trailer nel double feater di Grindhouse è stato protagonista di un film tutto suo, dove interpreta un agente della polizia messicana che deve combattere il crimine, ma lo abbiamo visto sporadicamente prima ancora in Spy Kids nel 2001.

Il film è già annunciato, e già Rodriguez promette di fare il terzo capitolo per farne una trilogia, che mescola cinema dell'infanzia e cinema per adulti, il titolo? Machete Kills again...in space!!! Vedremo come si svilupperà questo sorprendente franchise.

martedì 7 febbraio 2012

George Romero Tribute



Siete pronti?

Millennium uomini che odiano le donne



Ecco il primo speciale dietro le quinte dei film in uscita nelle sale, si comincia con Millennium - uomini che odiano le donne, prossimamente alla fabrica dei sogni

domenica 5 febbraio 2012

Kate Hudson, vittima dell'ex

ci sono guai seri per Kate Hudson, il suo ex ha ingaggiato un killer per farla fuori...no aspettate, hahaha non è una storia accaduta nella realtà, è la trama del suo nuovo film, la pellicola si chiama Everly, ed è diretta da Joe Lynch, autore di Wrong turn 2 - senza via d'uscita e del segmento Zom-b movie dell'horror Chillerama e dell'atteso Knights of badassdom.
Il film che è stato scritto da Yale Hannon, vede una donna intrappolata nel suo appartamento da un killer assoldato dal suo ex, boss del crimine.
Dopo aver recitato nel romantico Il mio angolo di paradiso, ritroveremo Kate nella nuova pellicola di Mira Nair The reclutant fondamentalist.

il 6 febbraio primo ciak di tutti i santi giorni

Domani si batterà il primo ciak, per la nuova pellicola di Paolo Virzì, tutti i santi giorni con Luca Marinelli, già visto ne la solitudine dei numeri primi, e la cantante siciliana Thony che firma anche la colonna sonora, e interpretano una coppia dai caratteri opposti, lui calmo, colto, e paziente, lei è irrequieta, permalosa e orgogliosamente ignorante, le cui giornate sono scandite al contrario lui lavora come portiere di notte in un hotel, e lei lavora di giorno in un autonoleggio, il film racconta di quando Guido e Antonia - questi i nomi dei due protagonisti - decidono di avere un figlio.

Una commedia spensierata che promette bene, buffa, leggera, un modo differente di esporre la commedia all'italiana, già dalla trama sembra un progetto interessante, vediamo l'uscita se mantiene tutte le sue promesse.

sabato 4 febbraio 2012

2012 - Nuove tendenze e nuovi orizzonti

Mentre la rassegna dedicata a Kathryn sta per cominciare, mancano pochi giorni ormai, durante le visioni cinefile di questo anno meraviglioso che sta andando avanti e grazie ai blogs sparsi in giro per il web si fanno nuove scoperte, che sia arrivato  il tempo di ampliare nuovi orizzonti? Nel 2011 Kathryn Bigelow ha fatto capolino tra i miei autori cinematografici preferiti, e non è poco dato che fa grandi film, tra pochi giorni comparirà alla fabrica la recensione de il mistero nell'acqua, film che ha girato con il grande Sean Penn, e non è tutto, perchè tra attori e attrici emergenti è apparsa la voglia di esplorare l'horror come non mi succedeva da tempo, voglia di approfondire questa passione, e piano piano sono approdata anche al cinema di genere italiano, già visionato con Mario Bava tanto tempo fa e che quest'anno siamo in direttura d'arrivo, bene l'ultima scoperta è il papà del gore italiano, si avete sentito bene, visionerò un genere di cinema finora inesplorato perchè mi facevano impressione vedere viscere e occhi che uscivano dalle orbite, ora vedendo lo splendido L'aldilà e tu vivrai nel terrore di Lucio Fulci direi che anche lui sta facendo il suo cammino per piacermi, proprio come è successo con Kathryn, e non è tutto, di Lucio Fulci prima de L'aldilà ho visto anche Non si sevizia un paperino prossimamente appariranno alla fabrica tutte e due le recensioni di questi film magnifici, è una bella cosa perchè dico, d'altronde sono solo film, una volta terminata la scena posso continuare a guardarlo, tanto sono solo trucchi, è tutto finto, perchè non devo esplorare l'horror più horror che c'è? Apparte storie di fantasmi etc che sono e restano le mie preferite, perchè non guardarli? Inoltre perchè mi devo negare il piacere di farmi una cultura e di ampliarla? Per una semplice impressione?



Ma cerchiamo di andare avanti nella vita, cerchiamo di approfondire, non si può certo vivere solo di atmosfere e surrealismo, anche se come tipo di cinema è il mio preferito in assoluto, approfondire è importante, e anche andare oltre le tue paure, e magari guardare meglio, e accorgersi che poi non sono tanto male come film, perchè no, d'altronde è solo cinema, una volta finito il film fai stop e ne metti un altro, sai che pauraaaaaaaa uuuuuuuuuuuuuh hahaha, va bene a breve metterò in cantiere tutti gli horror di fulci, li voglio vedere, voglio superare quella paura mostruosa che ho per il gore, tanto ho visto pure planet terror, perchè non guardare gli altri? E non è tutto, ho anche visto uno dei film che non sono mai riuscita avedere, sapete quell'Alien, di Scottiana Memoria che ha fatto della Sigourney Weaver l'attrice famosa che tutti conosciamo, bene ho visto pure la seconda parte di James Cameron, altro autore che mi solletica il palato, anche se per ora non mi ha toccato del tutto, anche se lo considero uno dei migliori autori di sempre, e parliamo anche di George Andrew Romero? Per ora ho visto solo un film, ma chissà questo mese magari può apparire più di una recensione dedicata a questo magnifico autore del cinema di genere, e se li facessi tutti gli autori di cinema di genere? Sarebbe una bella cosa non trovate? Ma come si dice, chi va piano, va sano e va lontano, e intanto anche un attore che ammiro molto sta facendo capolino in questo periodo, ma lo seguo da una vita, quindi si può dire che lo sto approfondendo ORA volete sapere chi è vero? Bene no, non è come pensate voi, non è un attore di film horror, è Robin Williams, in cantiere ci sono diversi film che non ho visto, quindi sto approfondendo, poi troverete le recensioni alla fabrica ovviamente, e che dire dell'attore più cool del momento? Non sapete chi è? Fermi tutti allora....

Eccolo qui, ho visto X Men l'inizio poi A Dangerous Method, Ma è con Shame diretto da Steve McQueen di cui è l'attore feticcio che ha fatto capolino suscitando il mio interesse, di Shame ben presto troverete qui un articolo sulla censura e sul chiasso inopportuno che ha accompagnato questo film, tra i più belli e interessanti visti quest'anno, che dire che Michael sia una stella in ascesa c'è  poco da nasconderlo, dato che ha dimostrato soprattutto in Shame una interpretazione stupenda direi.
Il bello del cinema è proprio questo, la passione, una cosa che nessuna scuola ti può dare, e che nessun insegnante ti può insegnare, perchè nasce prima dal tutto dal cuore, e la cultura avvolte la si fa con le sole e proprie mani, puoi andare a tutti i festival e convegni che vuoi, ma senza passione, senza la voglia di approfondire, o di guardare film non vai da nessuna parte, ben presto scriverò un articolo/polemica riguardo a tutti questi studenti di cinema, che parlano tirandosela oltre ad essere presuntuosi, beh avete capito come la penso no? Bene possiamo concludere qui per ora, alla prossima con le mie scoperte cinefile raccontate in diretta o quasi dal mio angolino privato della mia casetta.

Sharon Stone ritorna al cinema con Attachment

La notizia è di quelle toste, Sharon Stone torna a girare film, e la pellicola in questione è Attachment, diretta da Tony Kaye, autore del discusso American History X questa volta la diva dovrà confrontarsi con uno stalker, uno studente con cui ha passato una notte di sesso e che comincia a perseguitarla, cominciando a frequentare la figlia e a perseguitare la sua famiglia, le riprese comincieranno ad Aprile.
Intanto Sharon si trova sul set di Lovelace, dove interpreta la madre della pornodiva di Gola profonda.

Le uscite della settimana #15

Nuove uscite cinematografiche, questa settimana, direi piuttosto appetitose, iniziamo con il ritorno al cinema di David Fincher, che ritorna con Millennium - uomini che odiano le donne, con un cast di attori come Rooney Mara e Daniel Craig, per continuare con l'arrivo in sala di Martin Scorsese e la sua nuova pellicola girata in 3D Hugo Cabret che racconta le avventure di Hugo, un orfano che per vivere è costretto a rubare, ma per una strana alchimia, il padre morto in un incendio, riesce a  stargli vicino anche per riparare il robot di cui è proprietario.
Terza pellicola in uscita è I Muppett, vedremo gli amici della banda ormai sciolti, quando i loro fans si scoprono che un petroliere deve trivellare il posto dove si devono esibire, faranno il loro spettacolo? Non vi resta che andare al cinema e vedere. Quarta pellicola in uscita è Hersher è stato qui con Joseph Gordon Levitt, che si prende cura di un bambino la cui madre è morta, Quinta pellicola in uscita è Polisse  dove il capitano della squadra di protezione minori, si innamora della giornalista che dovrebbe intervistarlo Mélissa, che così si trova costretta a scegliere tra la vita avventurosa del capitano alla vita agiata con il marito, ultimo film in uscita è un film italiano, Sulla strada di casa Alberto per salvare la sua azienda, si vede costretto a fare affari con loschi personaggi, finchè non si trova costretto a pagarne un prezzo piuttosto alto, dato che una banda di criminali si mette alla ricerca del bottino di Alberto.
Per saperne di più cliccate qui
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...