domenica 5 agosto 2012

Martin Scorsese tematiche e influenze

Come vivere un esistenza cristiana in un mondo prevalentemente dominato da un gruppo criminale organizzato, è questa in sintesi la domanda che Martin Scorsese si pone attraverso le sue opere cinematografiche, tutti grandissimi film, che non hanno paura di andare oltre la superficie e di fare a pezzi il cosidetto sogno americano, letteralmente, il suo è un cinema polemico verso il perbenismo e la falsa ipocrisia della società borghese, tipica influenza di un altra corrente cinematografica quale la Nouvelle Vague, guardare un opera di Scorsese, significa assistere a un film in cui dobbiamo prepararci non sia caramelloso o pieno di buoni sentimenti, anzi dimenticate queste smancerie, perchè i suoi film grazie alle sue tematiche che egli segue sono un pugno nello stomaco, anche nei suoi film più spirituali, in cui è fortemente sentito anche una polemica verso coloro che non dicono la verità, lui ce la fa capire, attraverso piccole scene nel film Lultima tentazione di cristo che è un capolavoro, disegna il lato umano del messia, colui che è il figlio di Dio che si interroga se la scelta che ha fatto è giusta o sbagliata, e sogna una vita da umano, e non una vita da messia, con Kundun abbandona per un attimo le tematiche cattoliche, ma la religione è sempre presente, per raccontare la tragedia dei monaci buddisti, perseguitati dai cinesi e costretti all'esilio forzato in india...nel duo di film dichiaratamente più gangsteriestici Quei Bravi Ragazzi e Casinò, girati con il suo alter ego di sempre Robert De Niro, mette in scena una discesa agli inferi di dimensioni colossali, con la distruzione del sogno americano, attraverso l'avidità cieca, che porta a distruggere tutto ciò che si è costruito, e l'impossibilità d'amare, raccontata in Casinò che rende drammatiche certe scene ritenute ormai da antologia tra tutti gli appassionati di cinema e non solo, grazie alla bravura di Sharon Stone qui nella sua migliore interpretazione riesce a donarle un personaggio toccante e drammatico, senza dubbio negativo, che sarà colei che farà crollare il castello dei sogni del protagonista.
Recentemente si è misurato anche giocando a fare Alfred Hitchcock nel bellissimo Shutter Island pellicola che vira anche ad atmosfere claustrofobiche e che cita persino Roman Polanski e David Lynch con una personalizzazione d'intenti, da rendere unica la pellicola interpretata dal pupillo Leonardo Di Caprio, di cui non fa l'errore di scopiazzare i due autori precedenti, ma la sua innovazione è personalizzare quello che hanno fatto loro, in parole semplici omaggiare alla sua maniera.
Un autore sconvolgente e bravissimo, che resta uno dei maestri del grande cinema il cui unico motto è sempre stato "I film sono la mia vita è questo è tutto...".
Ascoltare anche Scorsese che parla di cinema è una lezione a cui tutti i cinefili dovrebbero sottoporsi, la sua cultura cinematografica è mostruosa e lo dimostra girando ogni film che sceglie di girare.


Nessun commento:

Posta un commento

Ciao, Benvenuto nell'antro della fabrica dei sogni, per noi ricevere un commento è sempre piacevole, ma fai in modo che sia consono con l'argomento del post per il resto buon divertimento XD

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...