mercoledì 1 agosto 2012

Gus Van Sant revisione rassegna

Già come regista mi piaceva, ed era nella lista dei miei preferiti da diversi anni, ma non tanto dopo aver visto tutti i suoi film, beh se cercate un autore da botteghino forse non fa per voi, il suo cinema spesso e volentieri è indipendente, e sono piccoli grandi film che fanno trasparire il meglio di se, tra gli attori con cui ha creato un sodalizio cito Matt Dillon che è stato presente sia in Da Morire con co-protagonista anche una bravissima Nicole Kidman e prima ancora con Drugstore Cowboy con cui ha recitato con Kelly Lynch.
Keanu Reeves, con lui ha girato Belli e dannati e l'ultimo saluto a River Phoenix il sottovalutato e bizzarro Cowgirl il nuovo sesso, ma è proprio con la famiglia Phoenix che ha creato il suo sodalizio più importante, quello che lo ha portato all'attenzione del grande pubblico, ma nonostante ciò ha sempre scelto di girare in modo indipendente, basti ricordare pellicole come Elephant con attori non professionisti, spesso sono film rischiosi, opere da festival che cercano un riconoscimento diverso di quello del botteghino, stiamo parlando di un regista che fa cinema d'autore, e anche nelle sue opere meno indipendenti, ha rivelato sempre uno spirito registico e una libertà registica ancora oggi senza pari, è un alieno, magico e talentuoso, che non disdegna il suo punto di vista sulla società e soprattutto il suo sguardo di omosessuale dichiarato sulle tematiche dei diritti civili legati ai gay, da non dimenticare l'immenso Milk con cui rivela il suo impegno dirigendo un grandissimo Sean Penn nel ruolo di Harvey Milk, primo politico omosessuale della storia degli stati uniti, un film impegnativo ma che aiuta a riflettere e ad aprire le coscienze, di un pubblico sempre abituato a film comici e dissacranti su persone sensibili la cui società ancora oggi ha dei pregiudizi nei loro confronti.
Un autore con la A maiuscola Gus la cui rassegna a lui dedicata mi ha dato parecchie sorprese personali, e forse un pizzico di compassione in più verso il mio prossimo. Finisce qua il primo ciclo delle rassegne della stagione 2011/2012, è appena iniziato il secondo ciclo con John Carpenter e Martin Scorsese, avevo deciso di prendermi due settimane di pausa, ma credo che non lo farò, e sarò presente anche per tutto agosto, le rassegne con questi due geni del cinema, per leggere le recensioni, che continueranno anche all'antro con articoli, filmati etc cliccate qui

2 commenti:

  1. Con "Elephant" la scommessa di usare attori non professionisti ha funzionato egregiamente, visto che Van Sant ha soffiato la Palma d'oro ad un (a mio parere) ben più meritevole Lars Von Trier. Sono le contraddizioni del cinema. Non è bello ciò che è bello, è bello ciò che piace a pochi.

    RispondiElimina
  2. è vero hai ragione eh beh tutti e due i film sono belli senza ombra di dubbio, personalmente non saprei quale scegliere ^^

    RispondiElimina

Ciao, Benvenuto nell'antro della fabrica dei sogni, per noi ricevere un commento è sempre piacevole, ma fai in modo che sia consono con l'argomento del post per il resto buon divertimento XD

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...